Indice del forum
Home page di Sicurezzaonline.it :: Consulta le Regole Auree
  FAQFAQ   CercaCerca     RegistratiRegistrati   ProfiloProfilo    LoginLogin 

Avvisatore acustico di retromarcia

 
Nuovo Topic   Rispondi   Versione Stampabile     Esci dal forum -> Indice del forum -> Prevenzione incendi, rumore, impianti tecnici, macchine, ATEX, ADR, ...
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Bond
Abbonato



Registrato: 31/10/07 14:17

Località: Ferrara

MessaggioInviato: Mar 22 Lug 2008 - 19:17    Oggetto: Avvisatore acustico di retromarcia Rispondi citando

Parto subito con la domanda, poi vi illustrerò la situazione:
- una misura di prevenzione e protezione elaborata dal DDL, RSPP, MC e RLS in sede di VDR può abrogare un dispositivo di sicurezza definito da una legge vigente in materia, se lo stesso dispositivo viene ritenuto portatore di rischi aggiuntivi?

Esempio.
Reparto spedizioni
Presenza di numerevoli carrelli elevatori elettrici.
Assenza di rumore oltre 80 dB(A).
I carrellisti conducono i carrelli per oltre 7 ore al giorno.
Grosso rischio di investimento vista la forte movimentazione e circolazione in reparto.

Dispositivo di sicurezza
DPR 459 - Allegato 1
3.6 Indicazioni
3.6.1 Segnalazione - avvertimento
Le macchine telecomandate, le cui condizioni di impiego normali espongono le persone a rischi di urto o di schiacciamento, devono essere munite di mezzi adeguati per segnalare i loro spostamenti o di mezzi per proteggere le persone esposte contro tali rischi. Lo stesso applicasi alle macchine la cui utilizzazione implica la ripetizione sistemica di avanzamento e arretramento lungo uno stesso asse e il cui conducente non ha visibilità posteriore diretta. (carrelli, appunto)


E' stato valutato che usare o mantenere attivo l'avvisatore acustico di retromarcia può creare stress da lavoro con conseguenti aggravi sull'attenzione e quindi sulla conduzione del carrello.
In  pratica, a fine turno, i carrellisti ne escono rintronati e imbambolati a causa del cicalino che, in ambienti in assenza di rumore, si fa sentire eccome.

Voi che ne pensate?

Io, scherzosamente, avevo proposto di mettere al posto del cicalino, la nona sinfonia di Beethoven o un pezzo degli Iron Maiden.
Alla fine lo scherzo è diventato realtà sentendomi dire che volevano mettere un avvisatore con un suono più "melodioso" tipo il cinguettio di un canarino o roba simile .

so già che dovrò andare a chiedereun parere agli OOV... sull'avvisatore acustico, ovviamente e non sul canarino  

Ciaaa
Bond
Torna in cima
Profilo Invia email
ugo




Registrato: 27/10/05 02:16


MessaggioInviato: Mar 22 Lug 2008 - 20:28    Oggetto: Rispondi citando

direi che sarebbe interessante applicare le EN 981 e la EN 457 con mozart o ac.dc (non sono per nulla ironico)

salutoni

_________________
la cultura del dono e il gioco della reputazione costituiscono il modo ottimale a livello globale per cooperare verso la produzione (e la verifica!) di lavoro creativo di alta qualità - E. S. Raymond
Torna in cima
Profilo Invia email
Bohr
Abbonato



Registrato: 25/06/07 07:48

Località: VI - BG

MessaggioInviato: Mar 22 Lug 2008 - 22:59    Oggetto: Rispondi citando

Normalmente a casa mia se il "campanello" ha un suono troppo forte, si cambia. Mi spiego. Perchè andare a mettere carne sul fuoco quando te tranquillamente puoi metter su dei cicalini meno rumorosi? Non c'è scritto da nessuna parte che il cicalino debba emettere 800 dB (si fa per dire). Quei robi escono dalla fabbrica per essere "normalmente" utilizzati anche in ambienti rumorosi ergo la necessità del cicalio potentissimo.

Soluzione: cicalino con emissione sonoro più bassa.

Magari si può regolare...non saprei.


_________________
Per far crollare un palazzo di 15 piani servono 4 secondi e 30 anni di esperienza
Torna in cima
Profilo
ugo




Registrato: 27/10/05 02:16


MessaggioInviato: Mer 23 Lug 2008 - 4:33    Oggetto: Rispondi citando

emissione sonora più bassa... ok ma con norme sopra citate con relative regole tecniche
_________________
la cultura del dono e il gioco della reputazione costituiscono il modo ottimale a livello globale per cooperare verso la produzione (e la verifica!) di lavoro creativo di alta qualità - E. S. Raymond
Torna in cima
Profilo Invia email
ricimpa




Registrato: 16/07/07 13:13


MessaggioInviato: Mer 23 Lug 2008 - 8:40    Oggetto: Rispondi citando

penso cha la norma non dia un  livello di pressione sonora standard, ma che sia logico pensare che il segnale sia udibile rispetto al rumore di fondo generalmente presente nel luogo di lavoro; l'allegato XXX del coso 81 recita: un segnale acustico deve avere un livello sonoro nettamente superiore al rumore di fondo, in modo da essere udibile, senza tuttavia essere eccessivo o doloroso"

Saluti
Torna in cima
Profilo
Lorenzino




Registrato: 21/10/04 13:33


MessaggioInviato: Mer 23 Lug 2008 - 11:11    Oggetto: Rispondi citando

Dimuire le manovre in retromarcia?

_________________
La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita (Forrest Gump)
Torna in cima
Profilo
Bond
Abbonato



Registrato: 31/10/07 14:17

Località: Ferrara

MessaggioInviato: Mer 23 Lug 2008 - 14:21    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Originariamente scritto da Bohr:
Soluzione: cicalino con emissione sonoro più bassa.

Forse non mi sono spiegato: il problema non è tanto sulla "qualità" del suono quanto sulla quantità perchè ci saranno, come minimo, 15 muletti in circolazione.
Pare proprio di essere al luna-park  

Citazione:
Originariamente scritto da Lorenzino:
Dimuire le manovre in retromarcia?

Avevo proposto anche questo ossia corsie a senso unico di marcia tra gli scaffali.
Risposta: non ora perchè ci servirebbe uno sforzo troppo grande per riorganizzare il lay-out di magazzino

E comunque, a prescindere dal cicalino, la domanda iniziale era questa:
- una misura di prevenzione e protezione elaborata dal DDL, RSPP, MC e RLS in sede di VDR può abrogare un dispositivo di sicurezza definito da una legge vigente in materia, se lo stesso dispositivo viene ritenuto portatore di rischi aggiuntivi?

Ciaaa
Bond
Torna in cima
Profilo Invia email
Bohr
Abbonato



Registrato: 25/06/07 07:48

Località: VI - BG

MessaggioInviato: Gio 24 Lug 2008 - 0:49    Oggetto: Rispondi citando

Visto che non risponde all'Allegato XXX direi proprio di si.


_________________
Per far crollare un palazzo di 15 piani servono 4 secondi e 30 anni di esperienza
Torna in cima
Profilo
cspp.
Ospite






MessaggioInviato: Mar 20 Mar 2012 - 18:11    Oggetto: Rispondi citando

Ma il segnalatore di retromarcia nei carrelli elevatori è obbligatorio SEMPRE o è un accessorio/dispositivo di sicurezza che è SOLO figlio della VdR del DL?
Torna in cima
Giosmile
Abbonato



Registrato: 29/04/08 13:17


MessaggioInviato: Mer 21 Mar 2012 - 14:12    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Originariamente scritto da ricimpa:
penso cha la norma non dia un  livello di pressione sonora standard, ma che sia logico pensare che il segnale sia udibile rispetto al rumore di fondo generalmente presente nel luogo di lavoro; l'allegato XXX del coso 81 recita: un segnale acustico deve avere un livello sonoro nettamente superiore al rumore di fondo, in modo da essere udibile, senza tuttavia essere eccessivo o doloroso"

Saluti



Considerato che 3dB di differenza, che sembrano pochi, in verità costituiscono il raddoppio (o il dimezzamento) del rumore, direi che già 3dB costituiscono il "nettamente superiore" al rumore di fondo citato in allegato XXX. Quindi, valutato quant'è il fondo, adeguare il livello affinchè sia di max 3dB superiore, e se vuoi, cambi cicalino e ci metti il ritornello di "funiculì funiculà".


Giosmile
Torna in cima
Profilo
ariman
Ospite






MessaggioInviato: Mer 5 Dic 2012 - 18:49    Oggetto: segnali sonori allarme e livelli udibilità Rispondi citando

Il cicalino serve nei 2-5 metri occupati nella retromarcia. Inutile che si oda dall'altro capo del magazzino.
I segnali di avvertimento sonoro devono essere distintamente udibili nell'area pericolosa.
A tal proposito la UNI EN ISO 7731:2009 indica che la differenza tra il rumore di fondo e il segnale (livelli di pressione sonora ponderati A) deve essere di almeno 15 dB. Se ricordo bene, se si vuole accettare un livello inferiore deve essere dimostrabile che la particolare frequenza del segnale di allarme (il tono puro per intenderci) sia almeno 9 dB più alto della (o delle) rispettiva frequenza del rumore di fondo.
Qualcuno ha parlato di 3 dB, lo sfido a fare una misura con incertezza minore di 3 dB. In un magazzino se faccio una misura oggi ho 70, domani trovo 75, dopodomani 63.
Lascio ai lettori l'interpretazione del testo della norma riguardo a come misurare il rumore di fondo in quelle situazioni in cui esso è variabile. In caso di elevata variabilità il livello del rumore di fondo lo misurerei nelle peggiori condizioni operative ipotizzabili (tutte le macchine che vanno o tutte le più rumorose).
Ma non basta!
Non dimentichiamoci dell'impatto di tutti gli otoprotettori in dotazione agli operatori!
Specie nel caso di utilizzo della seconda opzione (9 dB su singole frequenze) potrebbe verificarsi un drastico abbattimento della pressione sonora proprio nell'area di azione dell'allarme (alle frequenze tra 4000 e 8000 Hz, dove insistono la maggior parte degli allarmi, gli otoprotettori abbattono meravigliosamente).
Se non se ne viene a capo in questo modo si dovrà aggiungere al segnale sonoro un segnale visivo anch'esso nettamente distinguibile in funzione del tipo di ambiente e di tutte le condizioni di luminosità (naturale, artificiale, etc.) e di sfondo (colore dei muri e delle macchine).
Riguardo alla specifica domanda del tread, se sia o meno possibile ignorare la normativa da parte del datore di lavoro, ossia disabilitare una sicurezza di una macchina, la risposta è si.
Il datore di lavoro così facendo solleva il Costruttore della macchina da ogni responsabilità (relativa a incidenti riconducibili all'intervento) e si configura come nuovo Costruttore "de facto" della attrezzatura. Se ne assume tutti gli oneri e gli onori.
Ovviamente è vietato mettere in servizio macchine non certificate e pertanto dovrà completare l'iter di certificazione del nuovo prototipo, specificandone l'ambito di utilizzo, l'uso scorretto ragionevolmente prevedibile, etc.
Se venderà quella macchina modificata senza specificare il livello di pressione sonora del cicalino, e questa andrà in un reparto rumoroso e qualcuno viene messo sotto... beh, avete già capito chi andrà in galera.
Quello che fanno i costruttori di carrelli è fornire PER LORO CAUTELA cicalini sparati a 100 dB e lampeggiante.
Nel 99,9% degli ambienti saranno udibili. Non è quindi un caso che sia così.
Ma ciò non vuol dire che io debba lavorare a caso.
Torna in cima
Mod
Site Admin



Registrato: 04/10/04 10:29

Località: Treviso

MessaggioInviato: Mer 5 Dic 2012 - 18:52    Oggetto: Rispondi citando

Ringrazio ariman per il suo intervento  e gli do il benvenuto nella community.
Mod

_________________
Hai controllato le scadenze sulla sicurezza fino a tutto il 2017? Clicca qui per vedere i prossimi adempimenti obbligatori per la tua azienda!
Torna in cima
Profilo Invia email
ariman
Ospite






MessaggioInviato: Mer 5 Dic 2012 - 19:57    Oggetto: segnali sonori allarme e livelli udibilità (PARTE 2) Rispondi citando

Per essere chiari e anche un po' pratici e realistici:
In genere i carrellisti si arrangiano e riducono con lo scotch l'emissione rumorosa del cicalino.
Si può dire che regolano il volume in funzione delle circostanze. Lo "ergonomicizzano", in autonomia, scegliendo quanti giri di scotch effettuare attorno all'allarme (quanto "respiro" lasciargli).
Nei casi più gravi lo disattivano sabotandolo definitivamente.  
E' una chiara omissione di riparo nel secondo caso.
ATTENZIONE! E' quasi certamente omissione di riparo anche nel primo caso!
Potrebbe esserlo se ciò compromette la sicurezza della macchina in relazione alla velocità e alla visibilità in tutte le condizioni operative (diciamo in relazione "alla valutazione del rischio specifica dell'Azienda"). Queste valutazioni un lavoratore non deve farle autonomamente.
Altrimenti, se i giri di scotch sono "giusti", è solo buon senso, che, come è noto, è da applicare con estrema circostanzialità, con l'avallo delle figure di responsabilità, e SOLO fino all'arrivo del tecnico della macchina (o del carrello) per la regolazione del volume (o sostituzione) del cicalino.  
(ricordatevi di farvi aggiornare il manuale della macchina con le nuove caratteristiche!)
Se esiste la soluzione tecnica, adattare si deve. E' invece spesso inutile e dannoso improvvisare.
Scusate il sermone ma trovo la domanda e la circostanza molto utili per sottolineare il fatto che le azioni pericolose dei lavoratori sono spesso animate da un "comportamento scorretto ragionevolmente prevedibile" che è molto fruttuoso intercettare per tempo.
Così vissero tutti più sicuri e contenti.
Torna in cima
SIC1945




Registrato: 21/06/09 09:21

Località: Milano

MessaggioInviato: Gio 6 Dic 2012 - 19:46    Oggetto: Rispondi citando

E se si adottasse un segnale luminoso?
Torna in cima
Profilo Invia email
ariman
Ospite






MessaggioInviato: Ven 7 Dic 2012 - 13:31    Oggetto: segnale luminoso di allarme Rispondi citando

Citazione:
Originariamente scritto da SIC1945:
E se si adottasse un segnale luminoso?


Se non si guarda nella direzione dell'allarme visivo questo non viene percepito. A meno che non sia un segnale che illumini molto e ad intermittenza tutta l'area pericolosa (impossibile da non vedere).
Tuttavia lo scarso utilizzo di tali sistemi potrebbe portare a un equivoco sul loro significato (oltre che a un notevole aumento degli abbagliamenti).
IMHO lo puoi fare solo se hai una giustificazione seria di non poter utilizzare metodi classici (sonori o misti) e dovresti spiegare questa codifica a tutti i lavoratori e agli esterni che accedono (sto pensando a locali con allarme silenzioso e solo visivo ma ho difficoltà a vedere altre applicazioni).
Credo perciò che nel 99% dei casi sia meglio seguire la via maestra.
E per i carrelli lo sconsiglierei proprio. Se vedo il carrello che piomba su di me in retromarcia lo evito (posso provarci, mi metto in allerta), se sono di spalle non vedrò ne il carrello ne il segnale.  
Il segnale sonoro invece lo percepisco anche di spalle SE idoneamente dimensionato rispetto al rumore di fondo.
Saluti.
Torna in cima
Nofer
Abbonato



Registrato: 06/10/04 20:09


MessaggioInviato: Lun 10 Dic 2012 - 12:45    Oggetto: Rispondi citando

Bell'intervento, questo di ariman, davvero!
Profitto per portare il mio contributo proveniente da altro comparto.

A bordo delle navi, dove avvertire i segnali può fare la differenza davvero tra la sopravvivenza o no, il livello sonoro complessivo del segnale deve essere di almeno + 10 dB(A) rispetto al fondo e comunque non inferiore a 75 dB(A) misurati ad altezza della testa del passeggero o della persona in genere, MA nel campo di frequenza compreso tra 500 e 4000 Hz.

Trovo che questa norma di sicurezza internazionale della navigazione, al pari di diverse altre, abbia una logica tecnicamente più che condivisibile, infatti i famosi toni puri sulle alte frequenze non solo non vengono avvertiti con gli otoprotettori, ma neppure dai semplici presbiacusici (quelli sordi perchè vecchi...) o dagli otopatici professionali che appunto perdono il grosso a 4 kHz.
Nei locali ad alto livello sonoro, es. in sala macchine, dove i + 10 sono anche difficili da ottenere in quell'ambito spettrale, si chiede almeno un + 7 sui 2 kHz e in aggiunta segnalazione luminosa intermittente, preferibilmente bicolore, in colori base (quindi, o gialla o blu o rossa). Parlando con gente di macchina, loro dicono che il lampeggiante giallo e blu lo vedi/percepisci anche se sei daltonico.

_________________
Nofer
_______________________________________
La nuova omertà è non voler sapere (Roberto Saviano)
Torna in cima
Profilo
            Mostra prima i messaggi di:          Precedente :: Successivo  
Nuovo Topic   Rispondi   Versione Stampabile    Indice del forum -> Prevenzione incendi, rumore, impianti tecnici, macchine, ATEX, ADR, ... Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti in questo forum
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
NON puoi inserire nuovi files (upload) in questo forum
NON puoi scaricare files (downloads) da questo forum




Powered by phpBB © 2000, 2007 phpBB Group

Questo Forum è curato dallo Staff di Sicurezzaonline.it

.:: Consulta le Regole Auree ::.. ¤ ..:: Vai al Vecchio Forum ::.. ¤ ..:: Pubblicità ::.. ¤ ..:: Contatta il Webmaster ::.