Indice del forum
Home page di Sicurezzaonline.it :: Consulta le Regole Auree
  FAQFAQ   CercaCerca     RegistratiRegistrati   ProfiloProfilo    LoginLogin 

Trasportatori autunomi: responsabilità?
Vai a pagina 1, 2  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi   Versione Stampabile     Esci dal forum -> Indice del forum -> Ambito generale
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
lupo85




Registrato: 27/12/11 09:27


MessaggioInviato: Gio 25 Ott 2012 - 16:48    Oggetto: Trasportatori autunomi: responsabilità? Rispondi citando

Salve gente!

Quesito: se in un'azienda entrano dei trasportatori autunomi che devono venire a prelevare del materiale o a scaricarlo e a questi trasportatori ovviamente è stato fornito il DUVRI e l'informativa sui rischi con indicati i DPI da utilizzare per svolgere quella determinata mansione, nel caso in cui scendano dal loro automezzo senza alcuni di questi DPI, i dipendenti dell'azienda possono rifiutarsi di farlo lavorare finchè non si adegua?

Perchè alcuni autisti sanno che dovrebbero avere scarpe, guanti e quant'altro ma scendono in infradito, senza elemtto ecc... e dicono all'operatore aziendale che si prendono la responsabilità di quello che stanno facendo.

E' una cosa corretta, i dipendenti aziendali sono tranquilli e possono far lavorare l'autista o hanno l'obbligo di fermarlo dall'attività finchè, come detto prima, non si adeguano alle indicazioni fornitegli?

Grazie a tutti!
Torna in cima
Profilo
emipi




Registrato: 16/02/10 09:17

Località: PAVIA PROVINCIA

MessaggioInviato: Gio 25 Ott 2012 - 17:32    Oggetto: Rispondi citando

bah, io penso che l'attività di vigilanza cui è tenuto il committente comporti anche decidere se loro devono o meno avere calzature antinfortunistiche e imporre che le usino.
sarebbe diverso se venissero nella tua azienda a fare un lavoro in un reparto rumoroso, e allora indichi che devono usare otoprotettori, ma non credo tu possa imporglielo, se non è contrattualizzato, oppure sarebbe diverso se questo si mettesse ad arrampicarsi da un piano all'altro a mo' di uomo ragno.
ma imporre le scarpe, soprattutto per l'attività di cui parli, mi parrebbe eccessivo

cmq non sono certo del mio pensiero, aspetta qualche altra risposta

Torna in cima
Profilo
walkerboh




Registrato: 13/09/12 09:32


MessaggioInviato: Gio 25 Ott 2012 - 18:17    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
2. Il datore di lavoro, anche sulla base delle norme d’uso fornite dal fabbricante, individua le condizioni in cui un
DPI deve essere usato, specie per quanto riguarda la durata dell’uso, in funzione di:
a) entità del rischio;
b) frequenza dell’esposizione al rischio;
c) caratteristiche del posto di lavoro di ciascun lavoratore;
d) prestazioni del DPI.
3. Il datore di lavoro, sulla base delle indicazioni del Decreto di cui all’articolo 79, comma 2, fornisce ai lavoratori
DPI conformi ai requisiti previsti dall’articolo 76.


Citazione:
i lavoratori utilizzano i DPI messi a loro disposizione conformemente all’informazione e alla formazione ricevute e all’addestramento eventualmente organizzato ed espletato.


Citazione:
dipendenti dell'azienda possono rifiutarsi di farlo lavorare finchè non si adegua?


SI.

Avete stipulato un accordo con il DUVRI. I lavoratori della ditta autotrasporti sanno cosa devono indossare. E' un loro obbligo (Art. 78). Per accedere ai locali è necessario usare i DPI che sono stati individuati.

Citazione:
dicono all'operatore aziendale che si prendono la responsabilità di quello che stanno facendo.

Voglio vedere se si rompono un piede il "dicono" a cosa serve....
Voglio vedere il "dicono" in sede giudiziaria quanto vale...

PS. Nel DUVRI deve essere riportato che i DPI devono essere indossati.

In azienda l'accesso a certe aree e certe operazioni non possono venire senza DPI
Torna in cima
Profilo Invia email
emipi




Registrato: 16/02/10 09:17

Località: PAVIA PROVINCIA

MessaggioInviato: Ven 26 Ott 2012 - 9:01    Oggetto: Rispondi citando

secondo me le tue interpretazioni sono un pò spinte.
oltretutto il lav autopnomo non è un lavoratore e l'obbligo dei DPI è quando il rischio sussiste e non è evitato da misure collettive
visto che non è specificato il contesto e se c'è davvero un rischio per cui utilizzare calzature di sicurezza, il discorso deve essere in senso generale.
Torna in cima
Profilo
emipi




Registrato: 16/02/10 09:17

Località: PAVIA PROVINCIA

MessaggioInviato: Ven 26 Ott 2012 - 9:05    Oggetto: Rispondi citando

inoltre non trovo scritto che quanto indicato nel DUVRI costituisce clausola contrattuale, mentre c'è scritto che il committente indica rischi e misure che non riguardano l'attività specifica dell'appaltatore
Torna in cima
Profilo
larsim




Registrato: 14/05/08 09:08

Località: Casnà

MessaggioInviato: Ven 26 Ott 2012 - 10:18    Oggetto: Rispondi citando

il duvri deve essere allegato al contratto di appalto (comma 3) e pertanto ne costituisce parte integrante e necessaria
tra le misure di protezione, verranno indicati i dpi (scarpe)
se non se li mettono, vi sarà un referente del "committente" che li inviterà a risalire sul camion e a tornare a casa
perchè violano quanto previsto da contratto
e questo l'ho visto fare, dopo un po' seguiva la telefonata stizzita del fornitore, ma poi per magia, alle forniture successive comparivano le scarpe. poi se vogliono guidare con l'infradito son fatti loro, ma a casa mia ho il diritto di far valere il mio regolamento (che poi è suffragato dalla norma)

sul fatto che il "semplice" lavoratore possa invece fare il controllore, non credo che questo possa essere, non rientra tra i suoi compiti

_________________
"When a finger points at the sky, the imbeciles look at the finger"
Torna in cima
Profilo
walkerboh




Registrato: 13/09/12 09:32


MessaggioInviato: Ven 26 Ott 2012 - 13:16    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
secondo me le tue interpretazioni sono un pò spinte.

può essere, per carità,

Citazione:
visto che non è specificato il contesto e se c'è davvero un rischio per cui utilizzare calzature di sicurezza, il discorso deve essere in senso generale.

Se il duvri è fatto bene dovrebbe essere un rischio specifico e non "scritto tanto per far carta"......

Citazione:
guanti e quant'altro ma scendono in infradito, senza elemtto ecc...

In ogni caso, nella mia azienda (metaforicamente parlando) gente in infradito non entra manco in ufficio.....
Se cascano sulle scale perche inciampano io voglio evitare guai e malattie.

Quoto larsim in toto tranne su una cosa:
Citazione:
sul fatto che il "semplice" lavoratore possa invece fare il controllore, non credo che questo possa essere, non rientra tra i suoi compiti

Bhè....se il DDL dice "chi non ha vestiti idonei non entra" ... si può tranquillamente stabilire che il lavoratore chiama chi di dovere (preposto, RSPP o più alto....) ed intanto il lavoratore dice gentilmente "aspetti un attimo qui, non avendo i DPI non può accedere a quest'area..."
In questo caso il dipendente è autorizzato, fa vedere che i DPI si applicano e "psicologicamente" sarà invogliato ad essere più attento alle disposizioni di sicurezza.
Ricordo che azienda è proprietà privata...! mica è un servizio pubblico !
In ogni caso, sempre nella mia fantomatica azienda, farei firlmare un foglio con avvertenze generali e ne terrei copia. In queste avvertenze direi chiaramente di attenersi alle disposizioni dei preposti/responsabili/amministratori etc etc.
Torna in cima
Profilo Invia email
emipi




Registrato: 16/02/10 09:17

Località: PAVIA PROVINCIA

MessaggioInviato: Ven 26 Ott 2012 - 13:28    Oggetto: Rispondi citando

si ma qui parliamo di trasportatori, ovvero quelli che arrivano col camioncino, il mio personale carica/scarica, questi prendono e se ne partono. non stanno entrando in un reparto aziendale
per camminare in un piazzale carrabile non servono mica calzature di sicurezza.

Citazione:
se in un'azienda entrano dei trasportatori autunomi che devono venire a prelevare del materiale o a scaricarlo .... nel caso in cui scendano dal loro automezzo senza alcuni di questi DPI


ora lupo forse dovrebbe chiarire meglio il compito di questi autisti/trasportatori, ma se sono solo trasportatori mi sembra eccessivo
Torna in cima
Profilo
walkerboh




Registrato: 13/09/12 09:32


MessaggioInviato: Ven 26 Ott 2012 - 21:01    Oggetto: Rispondi citando

Bhò...io rimango della mia idea...Anche se hanno il duvri, anche se la responsabilità è loro in quanto (se ho capito bene) rischio specifico .... Io problemi nel mio cortile non ne voglio.....
Torna in cima
Profilo Invia email
erx




Registrato: 19/02/08 18:27

Località: Ascoli Piceno - Teramo

MessaggioInviato: Lun 29 Ott 2012 - 10:27    Oggetto: Rispondi citando

al di là di quello che c'è scritto sul duvri e del suo valore (qualcuno dice che, benchè sia scritto che ci vogliono le scarpe, non c'è l'obbligo di indossarle. e allora che lo scrivo a fare?), io dico: " a casa mia comando io e si fa così" punto, anzi due punti, ma sì fai vedere che abbondiamo.
_________________
Se ci scambiamo una moneta avremo entrambi una moneta. Se ci scambiamo un'idea avremo entrambi due idee.
Torna in cima
Profilo Invia email
lupo85




Registrato: 27/12/11 09:27


MessaggioInviato: Lun 29 Ott 2012 - 15:08    Oggetto: Rispondi citando

Innanzitutto grazie a tutti per le risposte e l'interesse...

Chiarisco alcune cose: i trasportatori sono esterni all'azienda, c'è un contratto di appalto con loro con relativo DUVRI allegato relativo al loro ingresso nello stabilimento.

C'è un reparto (capannone) in cui il trasportatore entra col suo camion, scarica il materiale aprendo i portelloni manualmente, sistema alcune cose e poi se ne va via.

Siccome il reparto è scivoloso vista la presenza di acqua sul pavimento ritenevo assolutamente necessario l'uso delle scarpe antinfortunistiche oltre ad altri DPI relativi alla mansione nello specifico.

Ma, come appunto già detto, spesso capita che gli autisti entrino senza scarpe o altri dispositivi di protezione e il lavoratore di quel turno mi chiedevo se può fermare l'attività finchè non si adegua ad utilizzare gli idonei DPI o se deve necessariamente avvertire un preposto o l'RSPP o se invece l'autista sa che deve indossarli, non lo fa a suo rischio e pericolo e si prende la responsabilità.
Torna in cima
Profilo
walkerboh




Registrato: 13/09/12 09:32


MessaggioInviato: Lun 29 Ott 2012 - 20:10    Oggetto: Rispondi citando

A mio avviso:
Citazione:
C'è un reparto (capannone) in cui il trasportatore entra col suo camion, scarica il materiale aprendo i portelloni manualmente, sistema alcune cose e poi se ne va via.
Siccome il reparto è scivoloso vista la presenza di acqua sul pavimento ritenevo assolutamente necessario l'uso delle scarpe antinfortunistiche oltre ad altri DPI relativi alla mansione nello specifico.



Il TU dice che il pavimento deve essere in buono stato al fine di evitare cadute bla bla bla.
Se l'autista casca e si fa male, la tua azienda non è a norma.

Citazione:
spesso capita che gli autisti entrino senza scarpe o altri dispositivi di protezione

Violano il DUVRI (contratto), anche se è un rischio specifico.
Citazione:
l lavoratore di quel turno

A mio avviso, se il DDL, rspp, dirigente etc gli dicono "non farlo entrare", lui lo deve fare. Ricordiamoci che azienda è proprietà privata.

Fai mettere un cartello che ricordi che i trasportatori esterni devono usare i DPI.
Fallo firmare al DDl o per lui.
Fai scrivere che preposti o (in alternativa) lavoratori vigilano. Così sono "autorizzati" anche agli occhi dei trasportatori.
Per il resto, quoto erx.
Torna in cima
Profilo Invia email
larsim




Registrato: 14/05/08 09:08

Località: Casnà

MessaggioInviato: Mar 30 Ott 2012 - 12:18    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Originariamente scritto da walkerboh:

Il TU dice che il pavimento deve essere in buono stato al fine di evitare cadute bla bla bla.
Se l'autista casca e si fa male, la tua azienda non è a norma.



il TU dice che il ddl deve fare di tutto affinchè il lavoratore non cada
prevenire il rischio alla fonte
dpc
dpi

se il pavimento è scivoloso.. bisogna che capiscano perchè

_________________
"When a finger points at the sky, the imbeciles look at the finger"
Torna in cima
Profilo
pat




Registrato: 25/08/08 15:48

Località: Torino

MessaggioInviato: Mar 30 Ott 2012 - 13:14    Oggetto: Rispondi citando

Buongiorno a tutti.

Vorrei chiarire alcune inesattezze:
1) il rapporto con i trasportatori è regolato da un contratto di trasporto, non di appalto. consiglio a tutti di rivedere il codice
2) non essendo un appalto, il Duvri non è applicabile

Quindi?

Occorre dare un'informativa sulle norme interne (tra cui i DPI).

Se non li usano?

Si, si può bloccare il lavoro.


_________________
Signore dammi la forza di cambiare le cose che posso modificare, la pazienza di accettare quelle che non posso cambiare e la saggezza per distinguere la differenza tra le une e le altre
Torna in cima
Profilo
larsim




Registrato: 14/05/08 09:08

Località: Casnà

MessaggioInviato: Mar 30 Ott 2012 - 14:03    Oggetto: Rispondi citando

L'ART. 26 parla di "affidamento di lavori, servizi e forniture all’impresa appaltatrice o a lavoratori autonomi all’interno della propria azienda", non di appalto (come anche io ho erroneamente scritto prima)
non è tanto il titolo dell'articolo che fa riferimento, quanto il contenuto dell'articolo stesso, no?

_________________
"When a finger points at the sky, the imbeciles look at the finger"
Torna in cima
Profilo
givi
Abbonato



Registrato: 18/06/08 22:47


MessaggioInviato: Mar 30 Ott 2012 - 14:49    Oggetto: Rispondi citando

Occhio PAT!  
Prima del duvri (26 c.3) ci sono c1 e 2.

_________________
givi
"... se sbaglio mi corriggerete!"
Torna in cima
Profilo Invia email
catanga




Registrato: 17/11/04 19:44


MessaggioInviato: Mar 30 Ott 2012 - 17:08    Oggetto: Rispondi citando

Sono tutti appalti (vedasi art. 1655 cc) ma distinti:
- lavori o
- servizi o
- forniture (di cose).
Ci sono però delle condizioni aggiuntive che devono essere soddisfatte per far scattare l'obbligo di redazione del DUVRI.

Le pattuizioni contrattuali sono cosa diversa.

Per i trasportatori, il vincolo è che l'oggetto del contratto è il trasporto di cose che non avviene all'interno di un luogo di cui il committente ha la disponibilità giuridica.
Se però il trasportatore viene a caricare nel mio stabilimento, scattano immediatamente gli obblighi dell'art. 26, commi 1 e 2.

Attenzione, poi, che ci sono diverse sentenze della giurisprudenza di merito che puntano il dito sulla commistione delle attività tra, ad esempio, un carrellista che carica un bilico lateralmente e l'autista che gira intorno al camion magari per riposizionare le sponde mentre si sta caricando. In questo caso, secondo chi ha giudicato, non avendo il committente prima proceduralizzato (divieto per l'autista di stazionare/muoversi a terra durante il carico del suo mezzo) e poi sorvegliato a che ciò non accadesse, è stato condannato per omicidio colposo (uno di questi processi l'ho fatto io come CTP per il RSPP - che è stato assolto). Adesso il processo è in cassazione.
Torna in cima
Profilo
catanga




Registrato: 17/11/04 19:44


MessaggioInviato: Mar 30 Ott 2012 - 17:10    Oggetto: Rispondi citando

Sulle "cose" ho dimenticato di aggiungere con "posa in opera".
Torna in cima
Profilo
walkerboh




Registrato: 13/09/12 09:32


MessaggioInviato: Mar 30 Ott 2012 - 21:31    Oggetto: Rispondi citando

X Larsim
Citazione:
il TU dice che il ddl deve fare di tutto affinchè il lavoratore non cada

ALLEGATO IV:
Codice:
1.3.2. I pavimenti dei locali devono essere fissi, stabili ed antisdrucciolevoli nonché esenti da protuberanze, cavità
o piani inclinati pericolosi.
1.3.3. Nelle parti dei locali dove abitualmente si versano sul pavimento sostanze putrescibili o liquidi, il pavimento
deve avere superficie unita ed impermeabile e pendenza sufficiente per avviare rapidamente i liquidi verso i punti
di raccolta e scarico.
1.3.4. Quando il pavimento dei posti di lavoro e di quelli di passaggio si mantiene bagnato, esso deve essere
munito in permanenza di palchetti o di graticolato, se i lavoratori non sono forniti di idonee calzature impermeabili.
[/quote]
Torna in cima
Profilo Invia email
pat




Registrato: 25/08/08 15:48

Località: Torino

MessaggioInviato: Mer 31 Ott 2012 - 9:22    Oggetto: Rispondi citando

Il contratto di trasportoè disciplinato all’art.1678 del Codice civile. Esso è il contratto mediante il quale il vettore si obbliga, verso corrispettivo, a trasferire persone o cose da un luogo all’altro.

Se l'autista poi fa altro ....

A mio avviso nulla ha a che fare con l'art.26 che è specifico per contratti di appalto e d'opera e di sommisistrazione. Tutte altre fattispecie.  

_________________
Signore dammi la forza di cambiare le cose che posso modificare, la pazienza di accettare quelle che non posso cambiare e la saggezza per distinguere la differenza tra le une e le altre
Torna in cima
Profilo
            Mostra prima i messaggi di:          Precedente :: Successivo  
Nuovo Topic   Rispondi   Versione Stampabile    Indice del forum -> Ambito generale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti in questo forum
Puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
NON puoi inserire nuovi files (upload) in questo forum
NON puoi scaricare files (downloads) da questo forum




Powered by phpBB © 2000, 2007 phpBB Group

Questo Forum è curato dallo Staff di Sicurezzaonline.it

.:: Consulta le Regole Auree ::.. ¤ ..:: Vai al Vecchio Forum ::.. ¤ ..:: Pubblicità ::.. ¤ ..:: Contatta il Webmaster ::.