Indice del forum
Home page di Sicurezzaonline.it :: Consulta le Regole Auree
  FAQFAQ   CercaCerca     RegistratiRegistrati   ProfiloProfilo    LoginLogin 

RLST Autotrasporti

 
Nuovo Topic   Rispondi   Versione Stampabile     Esci dal forum -> Indice del forum -> Ambito generale
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ecos




Registrato: 16/03/10 10:35


MessaggioInviato: Mar 8 Mar 2011 - 12:00    Oggetto: RLST Autotrasporti Rispondi citando

Buongiorno a tutti, qualcuno sa a quale ente/organismo/associazione  devo rivolgermi per la nomina del RLST nel settore Autotrasporti?... So che per il terziario ci sono Eber ed Ebiter (esclusi trasporti ed edilizia), ma proprio non riesco a trovare nessuno per i Trasporti.
Grazie della collaborazione
buona giornata
Torna in cima
Profilo
erx




Registrato: 19/02/08 18:27

Località: Ascoli Piceno - Teramo

MessaggioInviato: Mar 8 Mar 2011 - 14:43    Oggetto: Rispondi citando

non devi NOMINARE nessuno e non devi rivolgerti a nessuno.
se nessuno dei lavoratori è disposto a ricoprire l'incarico di RLS, siediti e aspetta alla finestra che si presenterà, se si presenterà, il RLST. non hai alcun obbligo al riguardo

_________________
Se ci scambiamo una moneta avremo entrambi una moneta. Se ci scambiamo un'idea avremo entrambi due idee.
Torna in cima
Profilo Invia email
Bond
Abbonato



Registrato: 31/10/07 14:17

Località: Ferrara

MessaggioInviato: Mar 8 Mar 2011 - 14:57    Oggetto: Rispondi citando

All'interno delle associazioni di categoria esistono le Unioni di Mestiere tra cui anche quella dell'autotrasporto.
Non so da quale regione d'Italia scrivi, cmq per l'Emilia Romagna vige la regola secondo cui, se sei iscritto ad una delle Associazioni che hanno sottoscritto la convenzione, poi tranquillamente aderire al RLST prevsio pagamento del corrispettivo annuo che attiva direttamente la stessa associazione o cmq chi gestisce le paghe.

Ciaaa
Bond

_________________
Un genitore saggio lascia che i figli commettano errori. E' bene che una volta ogni tanto si brucino le dita.
Indice affidabilità: ° (è un asteroide, non una stella)
Torna in cima
Profilo Invia email
Angelo




Registrato: 21/06/05 11:25

Località: Milano

MessaggioInviato: Gio 10 Mar 2011 - 11:28    Oggetto: Rispondi citando

Erx è corretto quello che hai indicato? Non mi è ancora chiara questa cosa.
Se in azienda viene eletta una persona, questa verrà formata ed il suo nominativo verrà trasmesso all'INAIL
Nel caso in cui l'elezione avesse esito negativo e nessuno si candida e quindi in azienda non vi è RLS l'azineda si affiderà ad un RLST.

RLST!!! L'azienda aspetta e prima o poi qualcuno busserà alla sua porta presentandosi come RLST o l'azienda deve comunicare a qualcuno che essendo sprovvista di RLS ha necessità di un RLST?

Se si rientrasse nel primo caso, vedo difficile che qualcuno bussi alla porta presentandosi come RLST se nessuno comunica a qualcuno che ne ha necessità.
A meno che l'INAIL, e non credo, applicasse un delta tra aziende presenti nel territorio - aziende che han comunicato il nominativo del RLS = aziende sprovviste di RLS.

Ho sentito pareri discordanti sia da INAIL che da associazioni di categoria.

Qualcuno può chiarirmi definitivamente questa faccenda?

Ciao ciao a tutti

Angelo
Torna in cima
Profilo
erx




Registrato: 19/02/08 18:27

Località: Ascoli Piceno - Teramo

MessaggioInviato: Gio 10 Mar 2011 - 14:21    Oggetto: Rispondi citando

confermo quanto ho scritto: aspetti che arrivi il RLST

da queste parti un ente per l'edilizia ha inviato a tutte le imprese una lettera con cui si proponevano qualora il RLS non fosse stato eletto

_________________
Se ci scambiamo una moneta avremo entrambi una moneta. Se ci scambiamo un'idea avremo entrambi due idee.
Torna in cima
Profilo Invia email
Angelo




Registrato: 21/06/05 11:25

Località: Milano

MessaggioInviato: Gio 10 Mar 2011 - 16:14    Oggetto: Rispondi citando

Caspita però INAIL  e altre associazioni indicano chiaramente che è obbligo dell'azienda "cercare" il RLST, almeno in Milano.

Vediamo se qualcun altro interviene.

Saluti

Angelo

 
Torna in cima
Profilo
igno_ranza




Registrato: 25/03/10 19:44


MessaggioInviato: Gio 10 Mar 2011 - 16:51    Oggetto: Rispondi citando

Scusa Angelo,ma tu il contributo al famoso fondo dell'art.48,c.3,a chi lo versi?
_________________
Oggi faccio un'analisi a 300 gradi: 60 gradi li tengo per me. - Francesco Scoglio
Torna in cima
Profilo
Angelo




Registrato: 21/06/05 11:25

Località: Milano

MessaggioInviato: Gio 10 Mar 2011 - 16:59    Oggetto: Rispondi citando

Al momento non lo versano a nessuno.

QUando verrà definito, provvederanno.

Provo a recuperare quanto inviatomi dalll'INAIL e lo allego.
Torna in cima
Profilo
Angelo




Registrato: 21/06/05 11:25

Località: Milano

MessaggioInviato: Gio 10 Mar 2011 - 17:09    Oggetto: Rispondi citando

Trovato il fax. Allego un sunto delle 8 pagine che mi sono state inviate.

Se non sbaglio, c'era già qualche intervento sul forum su questa questione ma chiaramente ora non riesco a trovare il post.



Ciao ciao

Angelo
Torna in cima
Profilo
El Sander




Registrato: 11/08/10 14:25

Località: Solaro - MI

MessaggioInviato: Gio 10 Mar 2011 - 18:21    Oggetto: Rispondi citando

Io opero nel milanese, dico e scrivo a tutte le aziende che non è obbligatorio che i lavoratori eleggano il RLS e non è obbligatorio comunicare ad alcuno che non si ha il RLS.
Anche nel testo che hai riportato l'INAIL dice subito che non c'è tale obbligo ma che sarebbe opportuno ...........
Hai ragione a dire che molti privati ed associazioni di categoria sostengono il contrario, ma vuoi vedere che magari lo fanno per incassare 350 euro per il corso di formazione di 32 ore ?  
Torna in cima
Profilo Invia email
Angelo




Registrato: 21/06/05 11:25

Località: Milano

MessaggioInviato: Gio 10 Mar 2011 - 18:27    Oggetto: Rispondi citando

...è quel sarebbe opportuno che mi fa sorgere tutte queste perplessità.

L'opportuno chiaramente non è obbligatorio ma è un qualcosa che viene consigliato.

L'opportuno non credo possa essere sanzionato ma ....

Comunque sia sono già più tranquillo con le vostre risposte.

Grazie a tutti.
Torna in cima
Profilo
igno_ranza




Registrato: 25/03/10 19:44


MessaggioInviato: Dom 13 Mar 2011 - 12:16    Oggetto: Rispondi citando

Sono in ginocchio sui ceci da giovedi' e ora che mi sono tirato su posso scrivere di nuovo: collaborando con l'associazione artigiani della mia provincia mi sono stupidamente fidato di un consiglio datomi dall'ente bilaterale di riferimento. Per farla breve :"Tu agli associati o a chi si vuole associare, devi dire che noi forniamo il servizio per RLST, pagando la quota associativa (ulteriore a quella dell'associazione di categoria...)".La mia incredibile leggerezza e' stata quella di dare per scontato che almeno una parte di questa quota associativa finisse nel famoso fondo istituito presso l'INAIL. Che come detto da Angelo e come da me appurato chiamando direttamente l'INAIL, non esiste ancora. Un sincero grazie per avermi dato la scoppola che mi ha fatto svegliare.

Ora chiedo un favore ad Angelo, cioe' se puo' inviare o rendere disponibile o dare qualche indicazione per avere quella comunicazione dell'INAIL (che lui ha ricevuto via fax) di cui parlava e di cui non sapevo nulla.

Grazie 100mila.

_________________
Oggi faccio un'analisi a 300 gradi: 60 gradi li tengo per me. - Francesco Scoglio
Torna in cima
Profilo
givi
Abbonato



Registrato: 18/06/08 22:47


MessaggioInviato: Dom 13 Mar 2011 - 17:26    Oggetto: Rispondi citando

L'indicazione di cui sopra, mi sembra sia stata prelevata qualche faq che circola (in questo momento non ricordo la fonte Help!).
Non mi sembra che l'INAIL abbia mai prodotto nulla di ufficiale sull' RLST.
Poichè ci tengo a non aumentare troppo l'entropia del "giro RLST" (che già di suo aiuta a ridurre la vita dell'universo ...) prego Angelo ad allegare integralmente tutto quanto ha ricevuto via fax.

_________________
givi
"... se sbaglio mi corriggerete!"
Torna in cima
Profilo Invia email
givi
Abbonato



Registrato: 18/06/08 22:47


MessaggioInviato: Dom 13 Mar 2011 - 17:39    Oggetto: Rispondi citando

Prima di tutto occorre sapere da dove escono quelle faq (chi e a che titolo le ha emesse).
A me sembrano note ma ...   non ricordo la fonte.

_________________
givi
"... se sbaglio mi corriggerete!"
Torna in cima
Profilo Invia email
Nofer
Abbonato



Registrato: 06/10/04 20:09


MessaggioInviato: Dom 13 Mar 2011 - 20:48    Oggetto: Rispondi citando

in un attacco di andreottite acuta, ho ripreso questo thread che mi sta rimuginando nel cervello da giovedì, pure a me. Che c'era da subito qualcosa che non mi quadrava ma non mettevo a fuoco bene di che si trattasse.

E però, il file aperto sotto sotto ha evidentemente continuato a lavorare, perchè poco fa, riaprendo per l'ennesima volta l'allegato mi si è accesa una luce nel cervello.

allora, là dentro trovo scritto:
Citazione:
Nell’art. 48 del D.lgs. 81/08 nulla viene detto sul modo in cui il datore di lavoro deve avvisare gli organismi previsti dal medesimo articolo circa la scelta dei lavoratori di avvalersi del RLS territoriale, né quali siano i suoi obblighi nel caso in cui da parte dell’organismo paritetico non sia pervenuta la segnalazione del nominativo di un RLST. Per evitare che l’attuale vuoto legislativo giustifichi l’inerzia del datore di lavoro, pare corretto ritenere che se gli organismi indicati nella legge non hanno provveduto a comunicare il nominativo del RLST alla ditta priva di un RLS interno, il datore di lavoro debba attivarsi presso l’organismo paritetico per farsi rilasciare il nominativo di un RLST, e conservare documentazione idonea a dimostrare l’avvenuta impossibilità di eleggere un RLS all’interno dell’azienda


Ok, e adesso andiamo di dettaglio.
1) Nell’art. 48 del D.lgs. 81/08 nulla viene detto sul modo in cui il datore di lavoro deve avvisare gli organismi previsti dal medesimo articolo
Prima di tutto, l'art. 48 non "prevede" alcun organismo se non genericamente gli organismi paritetici ed eventualmente il fondo INAIL dell'art. 52 per i comparti che non prevedono OOPPTT. In seconda istanza, sempre su questa prima frasetta, il datore di lavoro non è tenuto ad avvisare nessuno di nulla in materia di RLS. Infatti, eleggere o meno il RLS è facoltà e non già un obbligo dei lavoratori. Il disposto normativo del Decreto, (non legge, è un decreto, non c'è alcuna legge nel merito !) addirittura indica che il RLST sia disponibile (senza che si sia ancora messo mano al decreto di chiarimento) per aziende o unità produttive che occupano fino a 15 lavoratori (cfr. comma 3). Inoltre, per come leggo io il comma 6, anche il RLST è "eletto", sia pure con modalità ancora ignote pure al legislatore.
2) circa la scelta dei lavoratori di avvalersi del RLS territoriale, né quali siano i suoi obblighi nel caso in cui da parte dell’organismo paritetico non sia pervenuta la segnalazione del nominativo di un RLST. : c'è qualcuno che bara, e non è bello. I lavoratori, infatti, possono assai semplicemente stracatafottersene di avere un RLS, può anche verificarsi che non se lo vogliano eleggere e non gliene impipi niente di averne uno "collettivo". Sarebbe una scelta legittima, visto che tra gli obblighi dei lavoratori io non leggo "designare/eleggere il RLS aziendale". Inoltre, il DdL sull'elezione del RLS non ha alcun obbligo, già fa più di quello che deve se ricorda formalmente ai suoi dipendenti che ne hanno la facoltà ed il diritto, poi non sono affaracci suoi tranne comunicarne il nominativo (diosolosaperchè) se i lavoratori lo eleggono e glielo fanno sapere.  
3) ... l’inerzia del datore di lavoro, pare corretto ritenere che ...: ma di che inerzia ciancia chiunque sia a cianciare in questa cosa? Il datore di lavoro con il RLS non ci appizza niente, non è cosa sua, non se ne deve intricare, è un fatto dei soli lavoratori! non ci può quindi essere nè inerzia nè attivazione, ed anzi se ci fosse una qualche attivazione di sorta sarebbe senza meno illegittima, una specie di "sindacato giallo" (eleggete tizio, quella  brava persona!)
4) pare corretto ritenere che se gli organismi indicati nella legge non hanno provveduto a comunicare il nominativo del RLST alla ditta priva di un RLS interno, il datore di lavoro debba attivarsi presso l’organismo paritetico per farsi rilasciare il nominativo di un RLST  mhhh... a CHI, di preciso, dovrebbe parere corretto? forse ad uno o più degli OOPP che spuntano come funghetti da un po', intanto che il legislatore ci riflette a come deve inciarmare il decreto applicativo sì da fare entrare tutti nella solita sanatoria di cricche e cricchette ? ma va', che combinazione! Il Datore di lavoro, si deve preoccupare di ciò che nemmeno ai suoi lavoratori interessa? e perchè mai dovrebbe? non è la balia dei suoi subordinati! A mio avviso, al più - e dico proprio al massimo - dovrebbero essere i lavoratori a rivolgersi agli OOPP per dire "sentite, qua nessuno di noi lo vuole fare, siamo troppo ignoranti e ci vogliamo anche rimanere;  ce lo passate voi uno che si confronti con DdL e RSPP in materia di sicurezza?".
5)... e conservare documentazione idonea a dimostrare l’avvenuta impossibilità di eleggere un RLS all’interno dell’azienda: e qui, ci ripiazzo l'articolo della mia amatissima Costituzione della Repubblica Italiana che da un po' in qua sono costretta a ricordare un po' a tutti in giro :
Citazione:
Art. 23  
Nessuna prestazione personale o patrimoniale può essere imposta se non in base alla legge.


Il DdL deve conservare cosa? ma state scherzando?? già se conserva l'avviso del "ricordatevi che avete diritto ad eleggere un RLS" dopo i tradizionali 5 anni di conservazione della documentazione cartacea, ha già fatto più di quello che deve.

riflessione conclusiva: persino sul sito inail l'ultima traccia che si ha in merito al RLS è l'avviso di comunicazione al 16 agosto 2009, ed incredibilmente la circolare per farlo è la Circolare n. 43 del 25 agosto 2009...

Non vi fate gabbare... e se permettete lo facciano basandosi sulla vostra creduloneria pervicace, dopo non lagnatevi. Ve la sarete meritata tutta.

_________________
Nofer
_______________________________________
La nuova omertà è non voler sapere (Roberto Saviano)
Torna in cima
Profilo
a.rebecca




Registrato: 02/02/10 10:06

Località: Bellusco

MessaggioInviato: Ven 16 Set 2011 - 11:43    Oggetto: Rispondi citando

Buon giorno Nofer,

le tue considerazioni trovano tutto il mio consenso ed appoggio. La problematica che si presenta è questa, il CSE con cui ho a che fare mi chiede, appellandosi all'art. 47 il nominativo del RLS, pena ma mancata assegnazione del lavoro in cantiere.
Come faccio a dimostrare con supporti formali (chiarimenti, circolari, art. di legge) quello che hai scritto?

Ti ringrazio.

Alessandro

Per cortesia Alessandro e tutti i nuovi del forum seguite la regola aurea n. 5 altrimenti mi costringete continuamente ad intervenire
http://www.sicurezzaonline.it/forum_reg_auree.htm  
Vi ringrazio se riuscite a collaborare in tal senso e vi saluto cordialmente.

Mod
Torna in cima
Profilo
El Sander




Registrato: 11/08/10 14:25

Località: Solaro - MI

MessaggioInviato: Ven 16 Set 2011 - 21:39    Oggetto: Rispondi citando

Posto che:
- a volte capitano anche a me casi del genere ed ogni tanto il CSE non vuole sentire ragioni;
- tale aspetto è già stato altre volte qui dibattuto, anche di recente;
puoi fargli vedere la FAQ del Ministero del Lavoro che allego.
Torna in cima
Profilo Invia email
            Mostra prima i messaggi di:          Precedente :: Successivo  
Nuovo Topic   Rispondi   Versione Stampabile    Indice del forum -> Ambito generale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti in questo forum
Puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
NON puoi inserire nuovi files (upload) in questo forum
NON puoi scaricare files (downloads) da questo forum




Powered by phpBB © 2000, 2007 phpBB Group

Questo Forum è curato dallo Staff di Sicurezzaonline.it

.:: Consulta le Regole Auree ::.. ¤ ..:: Vai al Vecchio Forum ::.. ¤ ..:: Pubblicità ::.. ¤ ..:: Contatta il Webmaster ::.